Gualdo Tadino: un viaggio tra storia e natura nella città della ceramica e dell’acqua

GUALDO TADINO Al confine di Gubbio ed Assisi e della regione Marche, nell’Umbria nord orientale a 535 metri sul livello del mare,sorge la città di Gualdo Tadino. Casa di 15.000 abitanti, questo borgo ai piedi dell’ Appennino è celebre per la produzione di maioliche artistiche a riflessi metallici oro e rubino e per una cucina legata alle tradizioni locali, che può contare su ingredienti semplici e naturali che vengono dalle molte aziende agricole disseminate sul territorio.

I MONUMENTI Gualdo Tadino è una città ricca di storia, arte, folclore e tradizioni e sono molti i luoghi da visitare se ci si trova a passare da queste parti. Prima fra tutte le La Rocca Flea, oggi sede del museo civico. Questa fortezza, costruita intorno al X secolo, rappresenta uno degli esempi più significativi di architettura militare medievale in Umbria. Anche una semplice passeggiata nel centro storico permette di fare un viaggio attraverso la storia di Gualdo: dalla Cattedrale di San Benedetto e la Chiesa di San Francesco, ad esempio, al Palazzo di Casa Cajani, che ospita il Museo della Ceramica.

LA NATURA INCONTAMINATA Per gli amanti della natura e degli sport all’aria aperta, dall’ escursionismo al trekking, risulterà imperdibile la Valsorda. Qui è possibile fare tappa grazie alla presenza di  rifugi utilizzati come strutture ricettive, un camping e un ristorante, per praticare attività come equitazione, sci da fondo e da escursionismo, mountain bike e volo a vela.

IL FOLKLORE LOCALE Gualdo Tadino è anche una città molto ricca di tradizioni religiose e pagane e non mancano gli appuntamenti per gli appassionati di folklore locale. Durante i Giochi de le Porte, ad esempio, l’ ultimo weekend di settembre la città si colora per tre giorni con i vessilli delle quattro Porte, simbolo delle  antiche porte d’ingresso delle mura medievali. Per conoscere il calendario di tutti gli appuntamenti consiglio di visitare la pagina dedicata sul sito del Comune di Gualdo Tadino.

Facebook
WhatsApp
Email